L’attività di GLP in Italia è stata particolarmente dinamica negli ultimi due anni e mezzo, con una pipeline di oltre 300mila mq divisi su 6 diversi progetti da nord, a Cameri (NO), Filago (BG) e Valsamoggia (BO), a sud a Colleferro e Anagni. Al fianco dei nuovi sviluppi, è importante anche considerare le riqualificazioni degli immobili già esistenti in portafoglio, nell’ottica di migliorarne le prestazioni.

Come spiega Alberto Carampin, Development & Construction Director di GLP Italia, “quando approcciamo uno sviluppo, cerchiamo di realizzare un design che sia future proof e facciamo del nostro meglio per alzare al massimo lo standard di qualità. Tra le attività messe in campo, molte riguardano la decarbonizzazione e l’implementazione di caratteristiche ESG, con l’intento di colmare le lacune della logistica tradizionale italiana, per esempio investendo per migliorare l’isolamento termico degli edifici e per facilitare la manutenzione degli immobili”.

Le tematiche ESG sono ormai fondamentali per clienti e investitori, in ogni settore ma in particolare nella logistica. “Tutti i nostri nuovi sviluppi seguono direttive ESG molto precise e hanno una certificazione di sostenibilità BREEAM Excellent – continua Carampin. – Quando identifichiamo un sito e lo sviluppiamo, realizziamo in più fasi i monitoraggi necessari a definire l’impronta carbonica dell’edificio e della sua operatività, al fine di identificare le misure di mitigazione necessarie”.

Un esempio concreto è l’immobile che verrà realizzato ad Anagni (G-Park Anagni 3) che sarà il primo progetto pilota net zero carbon.

Oltre alla decarbonizzazione, GLP è focalizzata sulla transizione energetica, grazie alla partnership con il suo dipartimento di green energy impegnato nell’installazione di pannelli fotovoltaici e, come richiesto sempre più spesso dai clienti, di colonnine di ricarica.

Vorrei anche ricordare l’impegno di GLP Italia volto a mitigare l’impatto ambientale e a tutelare la biodiversità nei luoghi in cui opera – conclude Carampin. – Nel nostro progetto a Cameri, ad esempio, abbiamo ripiantumato 80mila mq di terreno dove sorgerà un noccioleto di oltre mille alberi. A Valsamoggia, invece, abbiamo realizzato un green roof benefico per il confort dell’edificio e per l’efficienza dei pannelli fotovoltaici”.

L’impegno di GLP Italia nella sostenibilità si esprime anche in ambito sociale, a supporto delle comunità locali in cui sviluppa i propri progetti. In occasione dell’inaugurazione ufficiale del G-Park a Colleferro, è stata organizzata la “Volley Logistics Cup”, un torneo di pallavolo che ha visto sfidarsi in una gara di beneficenza le squadre di GLP, di Kontractor (il General Contractor dell’edificio) e dell’associazione Crescendo Insieme, che si occupa di disabilità e inclusione sociale. A seguito, si è tenuta una cena offerta alla comunità.

Ad Anagni, invece, è stata installata una cucina in un centro diurno, che rende possibile estendere le sue attività anche al pomeriggio aumentando la fruibilità della struttura e a Cameri si sta progettando la riqualificazione del giardino di un’organizzazione no profit.

L’attenzione ai fattori ESG rappresenta un driver sempre più importante non solo dal punto di vista della realizzazione degli immobili, ma anche per gli investimenti. “GLP in questo momento ha raccolto fondi che hanno il target specifico e requisiti stringenti per lo sviluppo sostenibile – spiega Saverio Ungania, Investment Director. – Questo ci differenzia rispetto ai nostri competitor, perché il nostro focus attuale è investire in portafogli e asset con caratteristiche ESG. Notiamo che di anno in anno l’appetito di conduttori e investitori per i progetti sostenibili continua a crescere”.

Non solo un trend passeggero quindi: l’ESG guiderà sempre più le scelte di tutti gli operatori del settore della logistica. “I conduttori, soprattutto, spingono gli investitori a sviluppare asset con caratteristiche ESG, perché sono restii a impegnarsi con asset che non rispettino i requisiti di sostenibilità ambientale, sociale e di governance” conclude Ungania.